Il rodaggio sul banco prova

Con la nuova stagione di pista alle porte, è tempo di pensare ad una uscita di rodaggio o, meglio, programmare il rodaggio su banco prova

Scritto da/Written by Gabro    
    

Sta per arrivare marzo! Inizia la nuova stagione di pista!

Se durante l’inverno hai revisionato il motore della tua moto da pista o da gara, è tempo di pensare ad una uscita di rodaggio, oppure a programmare il rodaggio su banco prova.

Un buon rodaggio sul banco, permette il corretto assestamento delle parti in condizioni di temperatura e stress controllate. Tramite il freno a correnti parassite si può decidere quando e quanto forzare il motore, monitorando al contempo con l’acquisizione dati il suo corretto funzionamento.

Le verifiche di montaggio ed i rabbocchi dei liquidi, come anche eventuali diagnosi di problemi di funzionamento sono più facili e veloci rispetto al classico rodaggio in pista. Inoltre a fine rodaggio il primo tagliando/cambio olio si può fare direttamente sul banco e la moto è già pronta per effettuare una sessione di mappatura, se necessario.

In caso di sostituzione motore con uno nuovo od usato una prova al banco permette di verificare l’effettivo corretto montaggio e lo stato di efficienza della moto in maniera semplice e sicura.

E’ possibile rodare al banco, prima della preparazione pista, anche moto nuove non immatricolate.

Cosi alla prima uscita in pista dovrete pensare solo a togliervi la ruggine dalla guida, non anche a tenere un regime basso e aprire poco il gas. Non dovrete pensare a rabboccare acqua o olio, dover stringere viti o staffe allentate, o rischiare di tornare a casa senza aver girato, magari solamente a causa di un connettore lento!

Contattatemi per prenotare e per concordare le modalità di rodaggio sul mio banco prova presso l'officina TheBike nell'autodromo di Vallelunga a Roma: promo invernale per rodaggi e mappature di tutte le moto da pista o da corsa!

E una volta rodata, già che siete in autodromo, infilate la tuta e siete pronti per entrare in pista! ;-)


<< Torna all'archivio del blog